La tragedia di un cittadino™ ridicolo

Si potrebbe pensare che, se il Movimento 5 Stelle avesse un minimo di decenza, il cittadino™ Paolo Bernini verrebbe tenuto al riparo da telecamere e soprattutto microfoni. Ci si aspetterebbe che, al momento della presentazione di un intervento di Bernini, qualcuno gli dicesse “purtroppo la scaletta degli interventi è piena” o “purtroppo quell’argomento lo sta già trattando qualcun altro” o “mettitelo nel culo il tuo intervento, Paolo”.

E invece no, perché Bernini ha un suo ruolo.

Una cosa che si sente dire spesso è che gli italiani sarebbero meglio di chi li rappresenta, ed è un’affermazione palesemente falsa. Un parlamento con un alto numero – non tutti – di cialtroni, evasori, opportunisti e delinquenti di vario genere sembrava lo specchio piuttosto fedele di un popolo con un alto numero – non tutti – di cialtroni, evasori, opportunisti e delinquenti di vario genere.
Era ancora inesatto. Quella parte di paese che possiamo identificare come “poveri rincoglioniti” non era degnamente rappresentata, quindi è nato il Movimento 5 Stelle e si è subito affermato sopra il 25%.
Ma i poveri rincoglioniti sono una gamma piuttosto ampia, in cima alla quale si erge statuaria la categoria dei complottisti (o complottari), i rincoglioniti che, non potendo uscire per paura dalle scie chimiche, se ne stanno in casa a farsi pigliare giustamente per il culo da Protesi di Complotto e a copiaincollare ai propri contatti facebook le cazzate che trovano su siti abbandonati dalla scienza ufficiale e dagli web-designer.

Poiché i requisiti necessari per votare sono grossomodo “essere stati in grado di respirare e nutrirsi per 18 anni consecutivi” è giusto che i complottari che hanno tagliato questo traguardo – sospetto che una buona parte di essi si sia strozzata col cibo a pochi passi dall’arrivo – abbiano il loro Paolo Bernini.
D’altronde l’abbiamo tutti un amico o un conoscente che crede ai chip sottopelle in grado di controllare il cervello, che ha iniziato a interessarsi di “politica” per colpa di vedendo quella puttanata di Zeitgeist e che sbandiera sicumera riguardo teorie cospirazioniste sull’11 settembre. Certo, poi il vostro amico/conoscente non fa il parlamentare né va a fare il coglione fuori dalla tre giorni del gruppo Bildeberg con quell’altro genio di Sibilia. E sapete perché? Perché ci va Bernini, che lo rappresenta. Se invece non conoscete nessuno così è perché probabilmente vi sarebbe toccato uno di quelli che si è strozzato col cibo e, fortunatamente, l’ha fatto prima che lo incontraste.

Video: nella cameretta in cui ha scoperto la politica e “venire nei calzini sporchi”, il cittadino™ Paolo Bernini illustra a un giornalista Rai come sia possibile, anche per una persona ipodotata, compiere azioni comuni, ad esempio impostare google come homepage o diventare parlamentare.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s